Giorno 4 in Giappone: Odaiba

La giornata di oggi prevedeva l’escursione al monte Fuji, ma una volta svegli ci accorgiamo che il tempo non è per nulla propizio. Una leggera pioggia ed una fitta nebbia avvolgono le cime più alte dei grattacieli di Tokyo. Decidiamo allora di cambiare programma ed andare a visitare il quartiere di Odaiba, una zona popolata da grossi centri commerciali, ma soprattutto per me dalla statua del Gundam.

Una metro ed un treno sopraelevato in poco meno di 1 ora ci porta in questa penisola, che apre al porto, al Rainbow Bridge ed alla spiaggia. Ebbene sì, Tokyo ha pure una spiaggia di sabbia, a dire il vero con i grattacieli dietro potrebbe ricordare una Waikiki se non fosse per il paesaggio davanti, fatto di enormi grattacieli all’orizzonte, lunghi ponti e grosse navi. Non manca, per rendere il tutto molto attraente, il cartello con pericolo tsunami.

Ci dirigiamo verso la statua del Gundam, davvero imponente vista dal vivo ed in effetti è in scala 1:1, quindi quasi 30 metri di altezza. Vicino ci sono il Gundam Cafe, un centro commerciale che visitiamo.

Il più interessante è comunque il Venus Fort, un centro commerciale che è una via di mezzo tra il Caesar ed il Venice di Las Vegas, con statue della Roma classica, un finto cielo sul soffitto, edifici neoclassici e finte piazze.

Prima di arrivare alla zona negozi c’è una bellissima area denominata Historic Garage che con un’ambientazione anni 50 ospita una discreta collezione di auto d’epoca, dove fa bella mostra anche una Delorean di Ritorno al Futuro.

Nel centro commerciale la parte che visitiamo con più interesse è l’Outlet, dove effettivamente c’è un grosso risparmio.

Demi approfitta anche del bagno che è del tutto paragonabile a quello della camera d’albergo.

Usciti dal Venus Fort passiamo per il grosso centro espositivo Toyota, che tra concept car, grossi pickup e auto da rally, sfoggia un’area espositiva molto high tech, con tanto di simulatori di guida iper realistici.

Raggiungiamo quindi la grossa ruota panoramica, non tra le più alte al mondo nonostante i suoi 115 mt.

Demi insiste per salirci, io faccio un po’ di resistenza causa vertigini, ma alla fine cedo e saliamo sulle piccole cabine. Fortunatamente sono fuori servizio quelle completamente trasparenti e quindi tutto sommato non ne risento troppo. Alla fine sono felice comunque di appoggiare nuovamente i piedi a terra.

L’ultima tappa ci porta verso la spiaggia con alle spalle la sfera della Fuji TV ed il grande centro commerciale Aqua, la zona dei traghetti e dove c’è una piccola Statua della Libertà che raccoglie un sacco di giapponesi pronti scattarsi selfie con i loro bastoncini.

Attendiamo il tramonto per qualche scatto verso il Rainbow Bridge e poi ceniamo in un locale hawaiano … Che di hawaiano ha solo il nome tuttavia.

Il tavolo dà su una grossa vetrata con lo spettacolo del ponte, della statua della Libertà e dei grattacieli all’orizzonte. Sembra Manhattan piuttosto che Tokyo.

Arriva la notte e lo spettacolo del ponte ed i grattacieli illuminati sul mare è fantastico.

Riprendiamo treno e metro e ritorniamo soddisfatti in albergo.

Johnny

Annunci

One thought on “Giorno 4 in Giappone: Odaiba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...