Giorno 8 in Giappone: Musei a Ueno e Tokyo Skytree

Nel nostro tour a Tokyo mancano i musei. Quando si stila la lista delle cose da fare in una città europea tendenzialmente si inserisce sempre almeno un museo. Per Tokyo, invece, la voce ‘museo’ non è neppure menzionata. Visto che abbiamo già spuntato tutti punti di un ipotetico ‘cose da fare assolutamente a Tokyo’ e che la giornata è grigia e freddina optiamo per il Museo Nazionale di Tokyo, il più grande del Giappone. 

Arrivati a Ueno ci dirigiamo sicuri verso il museo accanto allo zoo. La fila per entrare allo zoo è interminabile, non vediamo la fine … chissà come mai così tanta gente!

Entriamo nel museo e ci mettiamo in fila per pagare il biglietto. La cassiera ci dice che lì si paga l’ingresso per la mostra di Botticelli. Non siamo venuti fino a Tokyo per vedere un artista italiano. La signorina del banco informazioni ci comunica che solo una mostra di arte moderna è a pagamento, mentre il resto è gratuito. Ottimo. 

Nello stesso piano iniziamo dall’ala con il numero 1, quella a pagamento. The 66th exhibition of modern art association 2016. Percorriamo una sala dietro l’altra ammirando i quadri. Per la prima volta c’è poca gente in un luogo e riusciamo a scattare con calma tutte le foto che vogliamo. 

Osservo con attenzione i materiali usati per le tele: conchiglie, ingranaggi, carta da imballaggio, polistirolo. Magari una di queste opere potrebbe ispirare un mio lavoro di Scrapbooking. Infatti un enorme affissione sui toni del rosa sembrava proprio un lavoro scrap. 

  

Usciamo soddisfatti e cerchiamo di capire la parte gratuita del museo. Troviamo delle sculture moderne, di molte ci sfugge proprio il significato. Proseguiamo. Ci sono altri piani con quadri, calligrafia giapponese e poi in una sala grandissima ci sono dei tavoli enormi dove donne anziane e giovani sembra stiano seguendo un corso: da una parte stanno timbrando e dall’altra tagliando carta. Proprio una bella location: creare arte circondati da arte. 

  

Ci rendiamo conto che si tratta del Tokyo Metropolitan Art Museum. Museo di arte moderna. A Parigi volevo tanto andare al Centro Pompidou, ma  Johnny aveva posto il veto sui musei di arte moderna. In questa vacanza già due volte (sto recuperando). 

Finalmente capiamo dove si trova il Tokyo National Museum. Lungo il tragitto tante baracchette che vendono cibo, approfittiamo per un pasto veloce e poi rapidamente all’interno del museo perché comincia a fare proprio freddo. Dove è finito il tiepido calore primaverile di ieri? 

Iniziamo la visita con la galleria a destra (quella a sinistra con i reperti archeologici giapponesi è chiusa). In questo edificio sono esposte antichità orientali quindi vediamo reperti che provengono da Cina, India e Korea. 

  

Quindi tocca alla sala centrale che ospita sculture, katane, armature giapponesi. 

  

Tra una sala e l’altra ci sono molte poltrone  e divanetti per sedersi. Alcuni dormono. Johnny dice che i musei sono noiosi per questo ci sono le poltrone per dormire. Il solito. 

Finito anche questo museo ci dirigiamo al famoso Tokyo Skytree: una veduta panoramica sulla città. Nonostante sia già sera, non c’è fila per comprare il biglietto. Un ascensore in circa 30 secondi ci porta a 350 metri di altezza. Quando le porte si aprono una folla inverosimile è attaccata al vetro per godersi il panorama. Ha la stessa conformazione tondeggiante del Stratosphere di Las Vegas. Raggiungiamo un piccolo spazio per scattare qualche foto, ma  il risultato è scadente per il riflesso delle luci sul vetro. Quindi non lo consigliamo di sera sia per la quantità infinita di persone sia per la presenza del vetro. 

  

Durante la permanenza assistiamo ad uno spettacolo dove l’immagine di ragazzi vestiti e attrezzati come lavavetri sono proiettati sulle finestre dello Skytree e svolgono il loro lavoro a ritmo di una musica sempre più incalzante. Certamente questo teatro rotondo che si sviluppa per 110 metri è parecchio originale. Il fatto è che siamo troppo stanchi per godercelo. 

Due piani sotto c’è un piccolo pezzo di pavimento in vetro, me ne accorgo perché sono tutti stipati lì sopra. 

Scendiamo da queste altezze e arriviamo al centro commerciale Tokyo Solomachi, sembra carino. Ceniamo velocemente e subito in albergo. Un’altra giornata finita.

Demi

Annunci

One thought on “Giorno 8 in Giappone: Musei a Ueno e Tokyo Skytree

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...