Giorno 18 in Giappone: Hakone e monte Fuji

Esattamente 2 settimane dopo aver annullato il tour al monte Fuji causa pioggia oggi ci riproviamo, anche perchè questa volta non possiamo annullarlo pena la perdita dei soldi.
E così ci svegliamo alle 6:30, per prendere 2 treni che ci porteranno alla stazione dei Bus Hamamatsu-Cho, luogo dell’incontro e di partenza dell’escursione con la JTB Sunrise.
Scopriamo presto che non saremo i soli … beh non saremo esattamente un solo pullman, bensì ne partiranno ben 10.
Comunque noi siamo il pullman 1 e quindi partiamo per primi anche se in leggero ritardo.
Ci sono ovviamente solo turisti, per lo più stranieri alcuni diciamo non proprio educatissimi e da questo si capisce immediatamente che non sono giapponesi.
Le circa 2 ore e mezza di strada passano relativamente velocemente, nonostante il mezzo non sia il massimo della comodità.
La guida parla un ottimo inglese e ci racconta un sacco di cose lungo la strada, meritandosi davvero un giudizio ottimo, per l’impegno e la professionalità.
Come tutte le escursioni organizzate ovviamente i tempi sono sempre molto stretti e quindi non c’è mai molto tempo per divagare.
Eccoci quindi sulle sponde del lago Ashi, ai piedi del monte Hakone, pronti a prendere un battello che dovrebbe essere la nostra crociera sul lago.

Purtroppo anche il tempo non ci aiuta, il cielo è nuvoloso, la giornata fredda e ventosa e così questa traversata dura 25 minuti, senza sbarco presso un tempio con un bel torii rosso che si specchia sulle rive del lago.

Arriviamo quindi presso un polo turistico, fatto di alcuni shops e ristoranti (dove gli altri mangeranno il pasto giapponese che noi abbiamo deciso di non includere nell’escursione).
Prima della pausa pranzo c’è la funivia per la cima del monte Hakone da dove, viste le foto appese nella stazione di partenza ed arrivo, si dovrebbe avere una magnifica vista del monte Fuji.

In meno di 10 minuti siamo in vetta.
Non c’è nulla se non il solito tempietto rosso con un torii davanti.

La bella vista che si godrebbe da quassù è totalmente inficiata dal cielo grigio e dalle nuvole. Del monte Fuji nemmeno l’ombra. Seconda delusione di giornata.
Un po’ scocciati scendiamo a valle, lasciando gli altri alla pausa ristorante. Noi ci procuriamo del cibo per conto nostro e visitiamo un negozio di souvenir.
La guida in pullman ci aveva spiegato che Hakone è famosa per la fabbricazione di scatoline magiche, ovvero delle scatole che si aprono solo dopo delle specifiche sequenze di movimenti ad incastro. Affascinato da questa cosa decido di acquistarne una.
Ma è già tempo di fare ritorno al pulmann. Prossima tappa monte Fuji. Altre 2 ore di strada.
Passiamo per Gotemba, ultimo avamposto prima della salita al monte, che si può fare solo in pullman o macchina.
Durante il tragitto finalmente si riesce a vedere il monte innevato in tutto il suo splendore ed illuminato dal sole. Peccato che il pullman tira dritto e non pensi di fermarsi da qualche parte per consentirci qualche foto.
La salita verso la quarta stazione mi ricorda certi passi delle Dolomiti, lentamente vediamo anche la neve ai bordi della strada.

La quinta stazione purtroppo, che è la più alta raggiungibile con i mezzi, è chiusa.
Una ressa di persone affolla il piccolo bar/souvenir ed altri una piccola terrazza dalla quale si riesce a vedere la cima del monte.
Scendiamo rapidamente e con molta fortuna vediamo la cima ben visibile, illuminata dal sole. Il tempo di scattare 5-6 foto ed ecco che la nuvole invadono completamente il nostro avamposto gettandoci in una fitta nebbia.
Bastavano pochi minuti e non avremmo visto veramente nulla!!

Torniamo in pullman verso Shinjuku, la fermata più a ovest, dove decidiamo di scendere.
Ancora qualche racconto della guida, un lezione di origami con i quali ricreare la figura del monto, la visione di un DVD e siamo arrivati.

Facciamo il tragitto verso la stazione di Shinagawa con una coppia australiana con la quale scambiamo qualche parola in treno.

Concludendo direi che l’escursione è stata un mezza delusione, più per il tempo che per la guida che è stata davvero brava.
Purtroppo se fosse stato possibile salire al monte da soli probabilmente non ci saremmo affidati ad un’agenzia, ma non c’erano molte alternative per fare tutto in una giornata.

La consiglierei? Comunque sì, perchè se il tempo è bello ed il cielo lo consente, la vista è comunque magnifica.

Johnny

Annunci

2 thoughts on “Giorno 18 in Giappone: Hakone e monte Fuji

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...